Dimagrire 5 chili in 5 settimane e ritrovare il benessere

8 Marzo 2019by Evelina Flachi
La-dieta-del-5.jpg
Per ritrovare il benessere basta un numero: il 5

Con la Dieta del 5 in sole cinque settimane è possibile ritrovare una linea ideale e, soprattutto, imparare a mangiare prendendosi cura di sè stessi: parola di Evelina Flachi – nutrizionista e consulente della Prova del cuoco, specializzata in Scienza dell’Alimentazione dopo la laurea in Scienze Biologiche e membro delle più importanti associazioni scientifiche nazionali di scienza dell’alimentazione, da anni promuove la nutrizione funzionale, la prevenzione cardiovascolare e dei più comuni problemi di salute conseguenti a sovrappeso e obesità.

La-dieta-del-5Con la dieta del 5 o Pentadieta è possibile perdere i chili superflui in 5 settimane, la Dieta del 5 si basa sugli abbinamenti dei diversi cibi per evitare accumulo di tossine e squilibri nutrizionali. Insegna a mangiare controllando le quantità, ma soprattutto punta sugli alimenti con bassa densità calorica ma che forniscono una percentuale equilibrata di nutrienti – proteine, carboidrati, grassi, fibre, vitamine/ minerali – fondamentali per proteggere l’organismo, eliminando quelli ricchi di calorie “vuote”.

Evelina Flachi e Antonella Clerici

La dieta del Cinque è studiata in cinque tappe: depurativa, metabolica, love, total body e mantenimento. Seguendo la dieta del 5, è possibile ridurre il girovita ma anche per normalizzare la pressione e il colesterolo, controllare i livelli di insulina che causano il grasso addominale, stimolare il metabolismo e i livelli di energia fisica e mentale. E raggiungere così, mantenendo i risultati nel tempo, non solo il peso forma ma anche quel benessere psicofisico che aggiunge anni alla vita e più vita agli anni.

La sua dieta, chiamata dieta Flachi o Pentadieta, è il non plus ultra del mangiare bilanciato. Funziona con due principi: il primo è il numero dei nutrienti che deve avere ogni pasto principale, ovvero cinque nutrienti. Ogni pasto principale (colazione, pranzo e cena) devono avere carboidrati, proteine, grassi, fibre e sali minerali.

Un concetto importante della dieta è quello del pasto libero, e degli altri giorni da tenere “leggeri”. Secondo la dottoressa Flachi il mercoledì o la domenica si può concedere un pasto libero. Ma è utile per non pensare che un cibo a cui resistiamo per la maggior parte dei giorni non sarà più nella nostra dieta, quando è molto importante sapere che possiamo mangiare di tutto: non solo a livello psicologico (non farci sentire in privazione, non farci avvertire lo stress da dieta), ma anche perché per il metabolismo una cosa importante è variare, concedendoci ogni cibo, anche il peccato di gola.

Per non rinunciare dunque né al gusto né alla salute, la dottoressa Flachi propone le ricette della nostra tradizione, da realizzare con piccoli accorgimenti (gli ormai celebri “trucchi Flachi”), che ne dimezzano le calorie.