Video Gallery

Buongiorno Benessere

 

Buongiorno Benessere, in studio spazio ai suggerimenti della nutrizionista, Evelina Flachi, che parlerà del famigerato ma salutare olio di fegato di merluzzo, di cibi cotti al vapore, di quali siano i benifici e di come si faccia ad ottenere una buona cottura al vapore. Gli inviati del programma anche in questa settimana faranno scoprire un pezzo del nostro Bel Paese con i suoi prodotti unici, utili per il nostro benessere, tra quali le erbe spontanee. La conduttrice Vira Carbone, ospiterà l’osteopata Stefano Pompili che parlerà di come alleviare i dolori alla schiena. Infine, si parlerà anche di come rendere più igienica la convivenza con il proprio cane, insieme al veterinario Federico Coccia.

 

Buongiorno Benessere

La borsa dei valori nutrizionali

La borsa dei valori nutrizionali

I cinque colori del benessere

I cinque colori del benessere

Menù antiossidante per capelli sani

Menù antiossidante per capelli sani

Menu’ antiossidante per prevenire i tumori

Menu’ antiossidante per prevenire i tumori

Evelina Flachi e i piatti “alleggeriti”

Evelina Flachi e i piatti “alleggeriti”

Il menù per il buonumore contro lo stress da rientro

Il menù per il buonumore contro lo stress da rientro

Menù con il caro vecchio panino

Colazione : 1 bicchiere d’acqua, tè o caffè; latte e 3-4 fette integrali con miele o marmellata , Spuntino: 1 yogurt ai cereali o una mela, Pranzo: 1 spremuta fresca (mettere 2 -3 arance vicino al bicchiere) un panino con prosciutto crudo senza grasso servito con un’ insalata verde. Mettere poi sul tavolo un vassoio con i seguenti affettati: Mortadella, prosciutto cotto, prosciutto crudo, bresaola, salame Milano, salame cacciatorino. Caffè, Merenda : 1 mela e 1 banana, Cena: pasta ( anche integrale)al pomodoro con zucchine – pesce al forno Oppure pasta e fagioli, insalatona mista , Dopo Cena : infuso di finocchio e passiflora

Menù con il caro vecchio panino

Evelina Flachi Gelato a Merenda

Evelina Flachi Gelato a Merenda

Menù Leggero prima delle feste

Menù Leggero prima delle feste

Daniela Boccadoro Ameri intervista Evelina Flachi

Daniela Boccadoro Ameri intervista Evelina Flachi

Melanzane alla parmigiana “leggere”

Difficoltà: Media
Cuoco: EVELINA FLACHI
Tempo di preparazione: 40 min
Tipologia: Secondi

Ingredienti: Ingredienti per 1 persona: 250g. di melanzane 200g. di passata di pomodori 12g. di grana grattugiato 62g. di ricotta di vacca 7g. di olio extra vergine d’oliva

Procedimento:
Lavate e pulite le melanzane; tagliatele a fette dello spessore di circa 1 cm nel senso della lunghezza. Grigliate le fette di melanzana su una piastra bollente.
Ungete una pirofila con dell’olio extravergine di oliva, aggiungete uno o due cucchiai di passata di pomodoro e disponete uno strato di melanzane senza sovrapporle; ricopritele con salsa di pomodoro e ricotta.
Continuate allo stesso modo fino ad esaurimento degli ingredienti, terminando con uno strato di salsa di pomodoro ed una spolverata di parmigiano.
Cuocere in forno ben caldo a 180° per 25 minuti circa.

Melanzane alla parmigiana “leggere”

Timballo di rigatoni La salute vien mangiando

Difficoltà: Media
Rubrica: Non solo Chef
Tempo di preparazione: 30 min
Tipologia: Primi Piatti
Cuoco: EVELINA FLACHI

Ingredienti:

Procedimento: Timballo di pasta tradizionale 80g. di rigatoni 100g. passata di pomodori 25g. di salsiccia 50g. carne di vitello macinata 60g. mozzarella di vacca 60g. vino bianco 50g. di cipolle 15g. di pecorino 10g. di pangrattato 15g. olio extra vergine 15g. di burro 125g. latte parzialmente 10g. farina frumento
Timballo di pasta leggero 80g. di rigatoni integrali 125g. di passata di pomodori 50g. di carne di vitello macinata 30g. di vino bianco 10g. di sedano 10g. di carote 10g. di cipolla 8g. di pecorino 5g. di olio extra vergine 100g. di latte di soia 8g. di amido mais Noce moscata q.b.


Tritare gli odori, aggiungere la carne macinata e lasciare soffriggere, sfumare con il vino  e lasciare evaporare. Aggiungere la passata e cuocere per qualche minuto.

Lessare al dente i rigatoni. Preparare la besciamella leggera: scaldare il latte di soia, aggiungere l’amido, una grattugiata di noce moscata e un pizzico di sale.
In una teglia foderata con carta da forno:  condire i rigatoni con il ragù, aggiungere un cucchiaino d’olio, mettere nella pirofila e coprire con la besciamella e il formaggio e lasciare gratinare in forno fino a che non si forma la crosticina croccante.

Timballo di rigatoni La salute vien mangiando

La carbonara light

Difficoltà: Facile
Rubrica: Non solo Chef
Tipologia: Primi Piatti
Cuoco: EVELINA FLACHI
Tempo di preparazione: 20 Min

Ingredienti: 80g. di pasta integrale 30g. di speck senza grasso 1 uovo 1 albume 5g. di grana grattugiato 5g. di panna vegetale bio 5 g. di olio extra vergine d’oliva

Procedimento:
Cuocere la pasta.
Preparare il sugo: in un padellino antiaderente mettere lo speck tagliato a dadini e lasciarlo soffriggere per qualche minuto.
In una ciotola mettere lo speck, scolare la pasta e aggiungerla.
Unire l’uovo intero e il tuorlo, unire la panna  vegetale, l’olio, mescolare bene e servire.

La carbonara light

Pollo al forno con patate

Rubrica: Non solo Chef
Tempo di preparazione: più di un’ora
Cuoco: EVELINA FLACHI
Difficoltà: Difficile
Tipologia: Secondi

Ingredienti: 1 pollo intero 1 cucchiaio rosmarino ,timo, salvia tritati 1 limone spremuto Acqua q.b. sale e pepe q.b. 100g patate bio 5g di olio evo 1 cucchiaio d’acqua rosmarino tritato sale q.b.

Procedimento:
Pulire, lavare ed asciugare il pollo. Bucherellare il pollo con uno stuzzicadenti nelle zone più grasse (cosce e schiena), cospargerlo con gli aromi tritati con il sale e il pepe, bagnarlo con il succo di limone spremuto diluito con un cucchiaio d’acqua e metterlo in una casseruola. Lasciarlo riposare per 10 minuti.
Prendere una casseruola  e mettere carta da forno inumidita e strizzata sul fondo della teglia.  Posare il pollo sulla carta da forno e cospargerlo con gli aromi ed una parte del limone della maceratura . Infornare a 180° c.
Girare il pollo ogni tanto e aggiungere, se necessario, di volta in volta un po’ di limone diluito in acqua calda  per mantenerne la morbidezza.
Cucinare  il pollo e le patate in due teglie separate, altrimenti le patate assorbirebbero tutto il sugo di cottura del pollo.
Per le patate: Sbollentare per pochi minuti la patata in acqua bollente e tagliarla a piccoli pezzi. Metterla nel sacchetto per alimenti con l’olio + acqua + rosmarino tritato + sale.
Agitare il sacchetto fino a che le patate si siano ben cosparse degli aromi, appoggiarle sulla teglia ed infornare a parte dal pollo.
Servire le patate con il pollo e degli spinaci cotti a vapore.

Pollo al forno con patate

Risotto giallo con funghi La salute vien mangiando

Difficoltà: Facile
Rubrica: Non solo Chef
Tipologia: Primi Piatti
Cuoco: EVELINA FLACHI
Tempo di preparazione: 20 Min

Ingredienti: Dosi per 1 persona: 80 g di riso 30 g di funghi porcini secchi 2 cucchiai di vino bianco secco 5 g di olio extravergine d’oliva 10 g di grana grattugiato 30 g di cipolla 1 bustina di zafferano un pizzico di curcuma Brodo vegetale q.b. prezzemolo tritato q.b. Sale

Procedimento:
Ammorbidire in acqua tiepida i funghi secchi e filtrare l’acqua di deposito.
In una casseruola antiaderente , tostare a secco il riso con la cipolla o  dello scalogno tritato, aggiungere 2 cucchiai di vino e fare evaporare bene girando il riso. Aggiungere il filtrato dei funghi ed  il brodo vegetale , salare q.b.  Aggiungere i funghi secchi ammollati. Dopo 10’, prelevare un cucchiaio di risotto e frullarlo a parte rendendolo cremoso con un’eventuale aggiunta di brodo. Aggiungere al riso zafferano + curcuma diluito col brodo vegetale. A cottura ultimata del riso mantecare con il frullato dello stesso ed un cucchiaino di olio ed il grana. Questo metodo ci permette di avere un risotto mantecato senza usare grassi come burro e parmigiano; servirlo, mettendo sopra al riso il prezzemolo tritato.

Risotto giallo con funghi La salute vien mangiando

Tacchino del ringraziamento

Rubrica: Non solo Chef
Tempo di preparazione: più di un’ora
Cuoco: EVELINA FLACHI
Difficoltà: Difficile
Tipologia: Secondi

Ingredienti: un tacchino da 3 kg ½ kg di castagne 500 g di pane raffermo 50 cc di olio extravergine d’oliva 1 cipolla 1 gambo di sedano 1 limone 1 bicchiere di vino bianco secco brodo vegetale q.b. rosmarino, prezzemolo, maggiorana, timo, sale e pepe Olio extravergine d’oliva

Procedimento:
lessare le castagne per circa 40 minuti, sbucciarle e pulirle della pellicina che è amara. Usare la polpa che andrà spezzettata.
Strofinate la carne del tacchino pulito ed intero con il limone tagliato a metà. Scaldare  la cipolla e il sedano tritati aggiungete il vino e fate evaporare. Aggiungete ora il pane raffermo sbriciolato, le castagne,un po’ di brodo vegetale , il sale e gli aromi e fate insaporire il tutto qualche minuto, poi lasciatelo da parte.
Riprendete il tacchino e riempitelo con il ripieno ottenuto e un rametto di rosmarino. Quando avete finito cucite l’apertura con lo spago da cucina. A questo punto trattate il tacchino come il pollo arrosto senza grassi dopo averlo bucato con uno stuzzicadenti nella zona del collo per fare uscire il grasso senza rompere la pelle. Salatelo e infornatelo per circa 3-4 ore, spennellandolo col sugo di cottura e vino bianco.
Cuocere bene e controllate se è pronto con uno stecco (deve uscire asciutto). Prima di portarlo a tavola, lasciatelo raffreddare qualche minuto.
Da presentare con un contorno di insalata verde e una ciotolina di marmellata  di mirtilli senza zucchero.

Tacchino del ringraziamento

Tiramisù al cioccolato La salute vien mangiando

Rubrica: Non solo Chef
Tempo di preparazione: più di un’ora
Tipologia: Dessert
Cuoco: EVELINA FLACHI
Difficoltà: Difficile

Ingredienti: Ingredienti per 6 persone: 300 g biscotti tipo savoiardi 480 g ricotta vaccina leggera 3 uova 90 g zucchero 90 g cioccolato fondente 30 g cacao amaro polvere 30 g mandorle tritate 300 ml caffè

Procedimento:
In una terrina frullate i tuorli con lo zucchero sino a ottenere una crema gonfia e spumosa. Aggiungete la ricotta ( dopo averla scolata bene e privata del suo liquido)  ed i pezzetti di cioccolato frantumato a pezzetti  e mescolate bene. Incorporare delicatamente gli albumi montati a neve ferma. In una terrina mettete il caffè e lasciatelo raffreddare . In una piccola pirofila stendete uno strato di crema ed aggiungete a piacere altri pezzettini di cioccolato e sopra questa formate uno strato di biscotti  inzuppati nel caffè. Ricoprite con un altro strato di crema e pezzetti di cioccolato  quindi proseguite con i biscotti fino a terminare con la crema. Mettete in frigorifero per almeno due ore. Poco prima di servire cospargete la superficie del Tiramisù con cacao amaro in polvere e mandorle tritate.

Tiramisù al cioccolato La salute vien mangiando

Missione impossibile: alleggerire le polpette

Difficoltà: Facile
Rubrica: Non solo Chef
Cuoco: EVELINA FLACHI
Tipologia: Secondi
Tempo di preparazione: 20 Min

Ingredienti:

Procedimento:
’’Un giorno fa caldo e un giorno fa freddo, cominciamo a starnutire, batteri e virus stagionali sono in agguato… Gli esperti dicono che arriverà il freddo e noi dobbiamo prepararci ad affrontare questi problemi ed il raffreddore  oltre che con le più comuni REGOLE (LAVARSI LE MANI ED EVITARE SBALZI DI TEMPERATURA, FUMO, DIETE POVERE O ECCESSIVE SEDENTARIETA’), anche con l’aiuto di alimenti (carni magre,crucifere,spinaci ,frutta secca ,semi ecc) che rafforzino le nostre DIFESE NATURALI come quelli ricchi di Zinco,di vitamine del gruppo B oltre che vitamina A , C  e spezie. Anche lo zenzero come infuso od ingrediente ci aiuta a combattere i fastidi del raffreddore.
Anche nella nostra tradizione possiamo trovare ricette adatte ad aiutarci a combattere i primi sintomi ma dobbiamo alleggerirle  e  renderle più digeribili.
Oggi la nostra  Missione impossibile  e’ alleggerire le polpette di carne tradizionali e renderle più  adatte a chi può avere problemi digestivi e di inappetenza per uso di farmaci o altro. Anche i bambini le gradiscono.
Come fare:
– scegliere pezzi magri della carne e tritarla
– evitare tuorlo d’uovo ma usare solo albume per ridurre grassi ed evitare sensibilizzazione da eventuale uso di farmaci
– non friggerle ma cuocerle in padella antiaderente o su carta da forno avvolte in foglia di verza  sbollentata
– trucco Flachi = per evitare troppi grassi saturi e renderle più digeribili riducendo quantità di  formaggio e pane possiamo amalgamare 1 cucchiaio di ricotta vaccina con 1 cucchiaino di pangrattato ed aggiungerlo al macinato con albume d’uovo

POLPETTE TRADIZIONALI di carne e verza un piatto  gustoso tipico dell’autunno a base di carne e verza.

Ingredienti: per 1 persona:
50 g. di carne mista, 50 g di pane raffermo, 30 g di formaggio grattugiato, 80 g di verza, 10 g di burro + 15g olio per friggere, 1 uovo per 4 persone sale pepe q.b.

Procedimento:
Mettiamo il pane nell’acqua tiepida per un’ora; strizziamolo e trasferiamolo in una ciotola. Nel frattempo mondiamo la verza, laviamola e tagliamola a strisce sottili. In una pentola mettiamo poco burro, uniamo la verza e rosoliamola. Poi saliamo, mettiamo il coperchio e cuociamo per 10 minuti.
Uniamo la carne macinata, il formaggio, l’uovo ed il sale. Amalgamiamo e creiamo le polpette, passandole nel pane grattugiato  e friggiamole.
POLPETTE DI CARNE E VERZA ALLEGGERITE  PER COMBATTERE I SINTOMI DA RAFFREDAMENTO

50 g di carne magra
15 g di pane grattugiato = 1 cucchiaio raso
5 g  di formaggio grattugiato
15 g di ricotta vaccina magra
80 g di verza
5 g d’olio extravergine d’oliva
1 albume per 4 persone
1 grattata di noce moscata
sale  pepe o 1 grattata di zenzero q.b.

PROCEDIMENTO:
Sbollentiamo 1 foglia di verza  in acqua bollente per 5’-10 ‘.
A parte prepariamo in una ciotola la carne macinata con albume + 1 cucchiaino di grana.
Mischiamo a parte la ricotta con il pangrattato ed aggiungiamo il composto alla carne con la grattata di noce moscata e pizzico di zenzero o pepe ,sale q.b.
Prepariamo le polpettine ed avvolgiamole nella verza fissandole con 1 stuzzicadenti e cuociamole in padella antiaderente coperta o su carta da forno bagnata e strizzata dopo averla spennellata con poco olio. Servire su foglia di verza sbollentata e fettine di zenzero fresco e 2 noci tritate.

Missione impossibile: alleggerire le polpette

Cannelloni light La salute vien mangiando

Rubrica: Non solo Chef
Tipologia: Primi Piatti
Cuoco: EVELINA FLACHI
Tempo di preparazione: 1 ora
Difficoltà: Difficile

Ingredienti:

Procedimento: Cannelloni con ragù e besciamella light   E’ una RICETTA TRADIZIONALE rivisitata per controllare i grassi, colesterolo e calorie. Infatti non contiene uova e burro rispetto a quelle tradizionali. E’ un piatto unico che contiene solo 590  kcalorie rispetto ad una porzione di CANNELLONI tradizionale che può arrivare ad averne addirittura 1000! Anche la besciamella e’ light senza burro per tenere sotto controllo il colesterolo ed il lattosio!
Cannelloni light: gr 100 farina gr100 carne magra gr 20 cipolla,carota,sedano tritati gr20 vino rosso gr200 salsa di pomodoro brodo vegetale q.b. pepe nero q.b. sale q.b. gr 20 grana grattugiato per la besciamella: gr 50 latte delattosato scremato gr 5 amido di mais noce moscata e sale q.b.

In una casseruola mescolare bene la farina con il latte caldo ed addensare bene sul fuoco basso ottenendo una besciamella. Grattare poca noce moscata ed aggiungere sale q.b. Stendere la pasta con il matterello ed ottenere 4 quadrati. Disporli a strati in una pirofila  sul cui fondo stendiamo 1 cucchiaio di besciamella con uno di brodo vegetale ben amalgamato alternandoli al ragù ed in ultimo nappare con la besciamella ed il ragù rimasti e la spolverata di formaggio. Infornare a 180° per 15 minuti.

Cannelloni light La salute vien mangiando

Gnocchi ai formaggi La salute vien mangiando

Difficoltà: Facile Rubrica: Non solo Chef Tipologia: Primi Piatti Cuoco: EVELINA FLACHI Tempo di preparazione: 20 Min
Ingredienti e Procedimento: Gnocchi light Dosi x 1 persona: 150 g di gnocchi di patate 50 g di ricotta vaccina 50 di caprino 30 di yogurt magro 20 di grana 1 cucchiaio di panna vegetale di soia Zafferano Rucola Brodo vegetale q.b. Sale pepe q.b.
Gnocchi ai formaggi Ingredienti per 4 persone: 600 g di gnocchi patate 200 g di taleggio 200 g di fontina 200 g di gorgonzola 80 g di grana 80 g di panna fresca Zafferano 20 g  olio extra vergine 40 g di  burro

Mescolare in una ciotola la ricotta, il caprino, lo yogurt e gr 10 di grana e farli sciogliere bene a bagno Maria. Aggiungere alla fine zafferano e prezzemolo tritato.
Intanto mettete a cuocere gli gnocchi. Scolateli e metteteli nella ciotola con aggiunta della panna vegetale e di un cucchiaio di brodo vegetale se serve.
Servirli con una spolverata del grana rimasto e poco prezzemolo tritato intorno al piatto.
Mettere di fianco ai prodotti sul tavolo o al piatto due o tre prugne secche, su un letto di spinaci a foglia freschi ….. Contengono calcio e vanno assunte dopo questo piatto.

Gnocchi ai formaggi La salute vien mangiando

Cassoeula o verzata light La salute vien mangiando

Rubrica: Non solo Chef
Tempo di preparazione: più di un’ora
Cuoco: EVELINA FLACHI
Difficoltà: Difficile
Tipologia: Secondi

Ingredienti:

Procedimento:
Cassoeula o verzata  light

400 g di cavolo cappuccio verde60 g di salamino fresco tipo cotechino 30 g di carote30 g di cipolle30 g di sedano120 g di arista di maiale10 g di olio extravergine d’oliva

Sbollentare in acqua bollente la verza e fare cuocere in acqua  dopo averlo bucherellato  a parte il verzino o piccola salsiccia tipo cotechino.In una pentola antiaderente fare cuocere senza grassi la carne di maiale (tagliata tipo spezzatino o costina) e coprirla col coperchio per sgrassarla bene e farla colorire.A parte fare trito delle verdure e farle rosolare con un cucchiaino d’olio e brodo vegetale ed aggiungere la verza sbollentata e tagliata, portare a cottura. Aggiungere verzino e carne cotta a parte, insaporire con sale e pepe q.b.

Cassoeula o verzata milanese tradizionale

400 g di cavolo cappuccio verde60 g di salsiccia di suino100 g di pancetta di maiale30 g di carote30 g di cipolle30 g di sedano25 g di burro120 g di lombo di maiale20 g di olio extravergine d’oliva

Pulire il piedino e la cotenna, metterli in un tegame con acqua abbondante e lasciare sobbollire per un ora, in un tegame fate soffriggere l’olio e il burro, adagiatevi le puntine e fatele dorare da entrambi i lati a fuoco dolce e poi toglieteli da fuoco. In un altra pentola fate dorare la salsiccia precedentemente bucherellata con un filo di olio; nel frattempo pulite la verza  e tagliatela a listarelle che andrete a bollire per 10 minuti circa in abbondante acqua salata. Fate un soffritto con olio, pancetta a dadini, carote, sedano e cipolla, aggiungete poi la salsiccia e le puntine, fate rosolare e poi aggiungete la verza scolata. Lasciare cuocere il tutto a fuoco basso per un ora e mezza; se necessario aggiungete del brodo di carne, a metà cottura aggiungete il piedino e la cotenna e portare a cottura.

Cassoeula o verzata light La salute vien mangiando

Zuppa inglese light La salute vien mangiando

Difficoltà: Media
Rubrica: Non solo Chef
Tipologia: Dessert
Cuoco: EVELINA FLACHI
Tempo di preparazione: 40 min

Ingredienti: Ingredienti per una porzione: 165 g. di latte di soia 33 g. di zucchero semolato 13 g di amido di mais 1 stecca di vaniglia 7 g di cacao amaro in polvere 17 g di succo di mirtillo 50 g di pan di spagna light

Procedimento:
Per la crema:
Miscelare lo zucchero con la maizena. Fare intiepidire il latte con l’aggiunta di una bacca di vaniglia; quando il latte sarà caldo, togliere dal fuoco, togliere la bacca di vaniglia, ed aggiungere a filo il latte al composto con lo zucchero, facendo attenzione a non formare grumi.Mettere la pentola sul fuoco e continuando a mescolare portare a bollore. Non appena si sarà addensata togliere dal fuoco, dividerla in due parti. Ad una parte aggiungere il cacao setacciato, mescolare con cura.Coprire entrambe le terrine con pellicola trasparente che non sia a contatto con la crema. Dividere il Pan di spagna LIGHT in due piccoli dischi, disporre il primo dischetto in una tazza di vetro o coppa, bagnare il Pan di spagna con il succo, versare la crema pasticcera, coprire con il secondo disco di pan di spagna imbevuto di succo, coprire con la crema al cioccolato e mettere in frigorifero.

PAN DI SPAGNA light:
200 g di farina 00, un vasetto di yogurt magro, 100 g di zucchero integrale di canna, 50 g di latte parzialmente scremato, 2 uova, la buccia di un limone, una bustina di lievito per dolci, un pizzico di sale

Mettere in un robot lo zucchero e la buccia del limone e polverizzarli fine fine.Mettere in una ciotola lo zucchero e le uova e con una frusta lavorarle bene fino a farle diventare spumose, aggiungere il latte e lo yogurt e mescolare bene sempre con la frusta.Aggiungere la farina setacciata con il lievito e il pizzico di sale e mescolare bene con un cucchiaio di legno, fino a che il composto non risulti omogeneo e senza grumi.Versare l’impasto nella teglia foderata con carta forno (diametro teglia 26 cm) e livellarlo bene. Cuocere in forno caldo a 180° per 30 minuti.

Zuppa inglese light La salute vien mangiando

Missione impossibile: alleggerire i pansotti

Difficoltà: Media
Rubrica: Non solo Chef
Tipologia: Primi Piatti
Cuoco: EVELINA FLACHI
Tempo di preparazione: 40 min

Ingredienti: Ingredienti per 1 persona: 100 g di farina di 00 210 g di bietole 25 g di ricotta di vacca 10 g di grana 6 g di pinoli 25 g di noci 25 g di crema di soia noce moscata 1 spicchio d’aglio se piace maggiorana fresca sale, q.b. Brodo vegetale q.b.

Procedimento:
Preparare la pasta senza uova con acqua lavorandola bene affinché sia ben omogenea e abbastanza soda, ma non troppo asciutta. Mondare e lavare le verdure. Tritare aglio (se piace senza anima) e maggiorana, grattugiare il grana.Cuocere le bietole a vapore o lessandole solo con l’acqua che rimane attaccata alle foglie dopo averle lavate. Strizzarle bene e tritarle insieme ai pinoli. Poi incorporare ricotta, aglio (senza anima), maggiorana, grana e salare q.b. Preparare i pansotti dando loro la forma di grossi tortelli, oppure a forma di triangolo. Per la salsa di noci: pelare le noci sbollentandole in acqua. Passarle in un canovaccio sfregandole. Tritarle finemente e amalgamarle bene con la crema di soia ed aromatizzare con una grattata di noce moscata. Al momento di condire aggiungere se serve un po’ di brodo vegetale in pirofila preriscaldata.

Missione impossibile: alleggerire i pansotti

Colombina alle mandorle La salute vien mangiando

Rubrica: Non solo Chef
Tipologia: Dessert
Cuoco: EVELINA FLACHI
Tempo di preparazione: 1 ora
Difficoltà: Difficile

Ingredienti: Ingredienti per 4 persone: 120 g di albume (4 albumi) 60 g zucchero 30 g farina di mais tipo fioretto 80 g farina di mandorle 20 g cacao amaro 20 g mandorle a scaglie 20 g fragole 20 g kiwi sale

Procedimento:
Montare a neve ferma, con un pizzico di sale gli albumi aggiungendo gradatamente 40gr di zucchero, incorporare delicatamente con l’aiuto di una spatola le farine, precedentemente setacciate. Versare l’impasto nello stampino monoporzione a forma di colombina con carta da forno, cospargere sopra le mandorle affettate e cuocere in forno ventilato per 40’ a 120°. Pulire la frutta e tagliarla  ottenendo delle fettine ai lati del piatto con al centro la colombina spolverata di cacao.

Colombina alle mandorle La salute vien mangiando

Pomodoro ripieno light La salute vien mangiando

Rubrica: Non solo Chef
Tempo di preparazione: più di un’ora
Tipologia: Primi Piatti
Cuoco: EVELINA FLACHI
Difficoltà: Difficile

Ingredienti: Ingredienti per 2 persone: 2 pomodori rossi rotondi 80 g di tonno in salamoia 60 g di riso nero venere o integrale 2 acciughe dissalate 10 capperi dissalati basilico tritato Per la maionese light: Ingredienti per 6 persone 180 ml di acqua 1 cucchiaio raso di amido di riso o mais 1 tuorlo d’uovo 1 pizzico di sale 1 cucchiaio di succo di limone 1 cucchiaino di aceto di vino ½ cucchiaino di senape

Procedimento:
Scegliere due pomodori rotondi ed un po’ alto. Svuotarli e tenere da parte la polpa dopo aver tolto i semini. Mettere in una ciotola a cui aggiungiamo il tonno in salamoia,il basilico tritato, l’acciughina ed i capperi dopo averli fatti scaricare bene dal sale in acqua tiepida.A parte cuociamo il riso integrale o nero venere.Per la maionese light: Scaldare circa 150 m di acqua insieme ad un pizzico di sale e alla senape. Versare l’amido di riso o mais  in un bicchiere ed unire la rimanente acqua (30 ml ca.): mescolare il tutto aiutandosi con una frusta. Appena l’acqua del pentolino inizia a bollire, togliere dal fuoco e versare l’amido  di riso e continuare a mescolare con il frustino fino a formare una crema densa. Aggiungere il succo di limone, l’aceto e, per ultimo, il tuorlo: continuare a mescolare fino al raggiungimento della densità desiderata. Aggiustare di  sale,  pepe e limone q.b. Versare la crema ottenuta in una ciotolina e lasciar raffreddare, prima a temperatura ambiente, poi in frigorifero.Facciamo raffreddare il riso  ed aggiungiamolo al l’impasto col tonno con  1 cucchiaio di maionese light fredda. Mescolare bene e riempire il pomodoro  che ricopriremo con un po’ di maionese e guarniremo con 2.0 3 capperi. Possiamo ricoprire il pomodoro con la parte che abbiamo accuratamente tagliato precedentemente. Guarnire con foglie di basilico e fettine di limone.

Pomodoro ripieno light La salute vien mangiando

Panino light La salute vien mangiando

Difficoltà: Facile
Rubrica: Non solo Chef
Cuoco: EVELINA FLACHI
Tempo di preparazione: 20 Min

Ingredienti: 50 g di carne macinata magro 40 g di melanzane a cubetti 30 g di radicchio 20 g di melanzane 20 g di zucchine 20 g di pomodoro 50 g di pane tipo rosetta 2 foglie di insalata origano e rosmarino q.b. sale e pepe q.b. 1 cucchiaino di senape o ketchup a scelta

Procedimento:
Lessare a vapore  o grigliare la melanzana  tagliata a cubetti e raffreddarli su una teglia. Mettere in una ciotola  la carne  con radicchio  tritato con poco sale,pepe e rosmarino. Ottenere un impasto ben amalgamato, mescolarlo alle melanzane a cubetti, formare con l’aiuto delle mani un hamburger e cucinarlo da ambo i lati in padella senza grassi . Grigliare con un po’ di origano se piace  le zucchine a fette e la melanzana rimasta. Tostare leggermente in forno il pane tagliato in due pezzi e farcire il panino mettendo una foglia di insalata, la fetta di pomodoro, l’hamburger, le zucchine, la foglia di insalata restante e la melanzana. Aggiungere senape o ketchup  a piacere. Servire con insalata e pomodori nel piatto.Servire il panino tradizionale con patatine fritte.

Panino light La salute vien mangiando

Consigli per l’estate “ in forma”

La salute vien mangiando Dott.ssa Evelina Flachi

Rubrica: Non solo Chef
Cuoco: EVELINA FLACHI

Ingredienti:

Procedimento:

I 5 NO                                                          I 5 SI’
SALTARE I PASTI                                    SEGUIRE LA “PENTADIETA” 3 PASTI PRINCIPALI + 2 SPUNTINI
2-SEGUIRE DIETE RESTRITTIVE      EQUILIBRIO E  MODERAZIONE
3-SEGUIRE DIETE MONOTONE         VARIETA’ NELLE SCELTE
4-BERE POCA ACQUA                            BERE ALMENO 1 LITRO E MEZZO DI ACQUA AL DI’
5-FARE VITA SEDENTARIA                 STILE DI VITA ATTIVO

I  2 frullati per l’estate:

PER L’ABBRONZATURA:
kcal circa 801 carota½ melone 1 pesca gialla o albicocca 1 cucchiaino concentrato di pomodoro. Versare e mescolare gli ingredienti nel bicchiere con l’albicocca tagliata a pezzi  o pesca infilzata in uno spiedino.
DISINTOSSICANTE E DRENANTE:  kcal circa 601 cetriolo 1 cuore di sedano 1 fetta di anguria o melone frullata 4/5 fragole succo di limone

Versare e mescolare gli ingredienti nel bicchiere con alcune gocce di limone ed un bastoncino di sedano. Pulire e tagliare a pezzetti i prodotti da usare. Mettere tutto nel frullatore e azionare fino a quando tutta la frutta è stata frullata. E’ importantissimo bere subito il frullato.Anche un buon frullato può appagare  il nostro palato , ma soprattutto la loro funzione può essere  effettivamente mirata a farci sentire meglio. Prima di tutto dobbiamo ricordarci di scegliere sempre frutta di stagione e  matura al punto giusto e se possiamo bio.Se si vuole aggiungere latte al frullato di frutta, meglio mettere quello di riso o di soia.Per ottenere effetti migliori è sempre meglio consumarlo di mattina per colazionepresentare  nel bicchiere con fettina di limone ed un bastoncino di sedano.

Consigli per l’estate “ in forma”

Vitello tonnato light

Difficoltà: Facile
Cuoco: EVELINA FLACHI
Rubriche: Non solo Chef
Tipologia: Secondi
Tempo di preparazione: 20 Min

Ingredienti: Ingredienti per 1 persona: 100 g di tagliata di vitellone o carpaccio 2 alici sott’olio 1 uovo intero 40 g di tonno in salamoia sgocciolato 3 cetriolini sott’aceto 1 cucchiaino di capperi ben lavati Albume pastorizzato montato a neve q.b.

Procedimento:
Utilizzare fettine di vitellone sottili per tagliata o carpaccio. Cuocere la carne ai ferri senza grassi per pochi minuti e farla raffreddare. A parte fare cuocere l’uovo alla coque, romperlo  e metterlo intero nel vaso del frullatore a cui aggiungiamo il tonno sgocciolato, le 2 alici e la metà dei capperi e dei cetriolini ben lavati e scolati. Frullare il tutto .Se la salsa e’ troppo densa montare a neve un albume d’uovo pastorizzato oppure usare  succo di limone o acqua.  Aggiungere la dose utile ad ammorbidirla. Mettere 1 cucchiaio di salsa  sul fondo di  una piccola pirofila  e disporvi sopra le fettine di carne. Aggiungere la salsa rimasta ed adornare il piatto con i cetriolini e capperi rimasti e 4/5 fettine di carote come ornamento.

Vitello tonnato light

Pasta al ragù Missione (im)possibile

Tipologia: Primi Piatti
Cuoco: EVELINA FLACHI
Rubriche: Non solo Chef

Ingredienti: 70 g spaghettini integrali 70 g di scamone macinato 20 g di cipolla e sedano tritati insieme 1 cucchiaio di vino bianco secco 100 g di passata di pomodoro una foglia di alloro 1 cucchiaio di soia sale e pepe q.b.

Procedimento:
Riscaldare una padella antiaderente. Porre la cipolla ed il sedano già tritati con la carne macinata nella padella e lasciarla cuocere  a fiamma media inizialmente a pentola coperta perché faccia sugo per cottura . Scoprire e  mescolare continuamente in modo che la carne si separi bene e cuocia uniformemente. Aggiungere il vino e far sfumare bene. Quando la carne è ben cotta e colorita aggiungere la passata di pomodoro, l’alloro o gli aromi graditi, sale e pepe.Se necessario aggiungere  un po’ di acqua ben calda in più riprese per far cuocere bene il sugo. Coprire e far cuocere a fiamma bassa finchè il sugo si sarà asciugato.Cuocere la pasta al dente . Scolarla  e metterla nella padella con il ragù . Finire a cottura e mantecarla con un cucchiaio di soia cucina.

Pasta al ragù Missione (im)possibile

Frittata Flachi light

Difficoltà: Facile Cuoco:
EVELINA FLACHI Rubriche: Non solo Chef
Tipologia: Secondi
Tempo di preparazione: 20 Min
Procedimento: Per prima cosa prendere una pirofila da forno e foderarla con la carta da forno precedentemente bagnata e strizzata. In una padella antiaderente coperta cuocere gli spinaci lavati e non asciugati per pochi minuti. Aggiungere la curcuma o la noce moscata,aggiustare con il sale e il pepe.Lasciare raffreddare. Sbattere l’ uovo con i 2 albumi preferibilmente con una frusta per montarle bene e rendere il composto spumoso. Salare.Versare  il composto di uova  e spinaci ben amalgamato nella teglia con la carta da forno e infornare  la frittata in forno preriscaldato a 200°C lasciandola cuocere per circa 15 minuti o fino a quando risulterà dorata.
Toglierla dal forno e lasciarla raffreddare, tagliarla a fettine o a quadretti e servirla tiepida o fredda. Decorare il piatto con degli spinaci crudi da insalata o cotti, i semi di girasole e di zucca e un piccolo spicchio di limone e la frutta secca. Variante per la frittata al forno  Usare padella antiaderente doppia ( tipo quella per crèpes). Ungerla con poco olio evo, cospargerlo e toglierlo con carta assorbente da alimenti. Cuocere gli spinaci come sopra e quando ancora ben caldi  aggiungere  l’uovo ed albumi ben montati. Portare a cottura, rigirarla con l’apposito coperchio e servire.

Ingredienti per 1 persona: 1 uovo intero 2 albumi 50 g spinaci curcuma o noce moscata sale e pepe q.b. Per prima cosa prendere una pirofila da forno e foderarla con la carta da forno precedentemente bagnata e strizzata. In una padella antiaderente coperta cuocere gli spinaci lavati e non asciugati per pochi minuti. Aggiungere la curcuma o la noce moscata,aggiustare con il sale e il pepe. Lasciare raffreddare. Sbattere l’ uovo con i 2 albumi preferibilmente con una frusta per montarle bene e rendere il composto spumoso. Salare. Versare il composto di uova e spinaci ben amalgamato nella teglia con la carta da forno e infornare la frittata in forno preriscaldato a 200°C lasciandola cuocere per circa 15 minuti o fino a quando risulterà dorata. Toglierla dal forno e lasciarla raffreddare, tagliarla a fettine o a quadretti e servirla tiepida o fredda. Decorare il piatto con degli spinaci crudi da insalata o cotti, i semi di girasole e di zucca e un piccolo spicchio di limone e la frutta secca. Variante per la frittata al forno Usare padella antiaderente doppia ( tipo quella per crèpes). Ungerla con poco olio evo, cospargerlo e toglierlo con carta assorbente da alimenti. Cuocere gli spinaci come sopra e quando ancora ben caldi aggiungere l’uovo ed albumi ben montati. Portare a cottura, rigirarla con l’apposito coperchio e servire.

Frittata Flachi light